MedPOL PLATFORM


meditmax05web2

La MedPol Platform è un network di soggetti singoli e collettivi che agisce in un’area policentrica comprendente i paesi europei e mediterranei.

La rete ha un soggetto attivatore, l’Istituto Calabrese di Politiche Internazionali (IsCaPI), Istituto di formazione, ricerca e studi di: politica ed economia internazionale, cooperazione economica e culturale, processi di integrazione regionale e di relazioni fra Paesi a diverso livello di sviluppo, nato in Calabria nel 2005.

L’IsCaPI ha per scopo la promozione e lo sviluppo delle relazioni internazionali tra la Calabria e il resto del mondo; il sostegno a livello internazionale della crescita sociale, culturale, economica e dell’impatto occupazionale, attraverso azioni volte alla qualificazione del lavoro che diano fondamento e prospettiva all’obiettivo della società della conoscenza, con occhio attento ai processi di integrazione economici ed istituzionali europei ed extraeuropei.

Su queste premesse, l’ IsCaPI promuove la creazione della MedPol Platform perseguendo l’ideale della pace e della fratellanza tra i diversi popoli, affermando il diritto alla felicità dell’individuo e delle collettività ed agendo nel rispetto dei principi della sostenibilità e sicurezza.

Il network si pone gli obiettivi di:

Stimolare forme di partenariato in un mondo multiculturale sempre più globalizzato e, specialmente, tra Mediterraneo, Europa e Mondo Arabo e Islamico.

Rafforzare le relazioni tra Mediterraneo, Europa e Mondo Arabo e Islamico.

Valorizzare la dignità del mondo mediterraneo e le molteplici realtà che lo compongono e di contribuire a far si che l’Italia e la Calabria possano assumere funzione di cerniera tra l’Europa ed i Paesi del Mediterraneo.

Promuovere l’inclusione sociale e lo sviluppo sostenibile nell’Area del Mediterraneo attraverso l’innovazione e la capacity building nel contesto della globalizzazione dell’economia dell’apprendimento.

Sviluppare nuovi framework analitici attraverso l’accoppiamento della ricerca sullo sviluppo regionale e locale con la ricerca, lo sviluppo e l’apprendimento reciproco tra i partecipanti dei diversi Paesi del Mediterraneo

Progettare politiche pubbliche più adeguate e innovative che mirano a stimolare l’innovazione e competenza la costruzione all’interno delle piccole e medie imprese nei paesi dell’Area del Mediterraneo

Promuovere sempre più i valori condivisi mediante un dialogo rafforzato fra le culture che concorra al riavvicinamento delle società e dei popoli per l’affermazione della pace e di una prosperità condivisa.

Promuovere e consolidare la conoscenza, la comunicazione, la comprensione, la cooperazione ed il rispetto tra i popoli, anche attraverso la ricerca e la valorizzazione delle diverse tradizioni e culture, la tutela del territorio e dell’ambiente, la valorizzazione e salvaguardia del patrimonio culturale euro-mediterraneo del passato e del presente.

Promuovere e sviluppare azioni di partenariato euro-mediterraneo e di cooperazione decentrata al fine di trasformare il discorso che si svolge nell’area mediterranea e coinvolge quella euro-mediterranea, ora concomitante ma diviso, in un colloquio generale aperto e costruttivo, che promuova l’incontro, lo scambio, il rispetto reciproco, la collaborazione e la solidarietà tra i Paesi vicini.

Stabilire contatti con autorità, organismi pubblici e privati, enti morali ed istituzioni culturali e scientifiche di vari Paesi, per convenire forme di collaborazione e di sostegno.

Favorire il dialogo ed il confronto costruttivo permanente tra i giovani dell’area euro-mediterranea, al fine di promuovere l’inclusione sociale e attivare e strutturare scambi di esperienze e conoscenze su tematiche quali la scuola, il lavoro, la formazione, l’occupazione, i reciproci valori culturali.

Istituire una rete di rapporti e scambi culturali, scientifici ed economici tra Università, Associazioni, Fondazioni, Istituzioni, Imprese ed organismi della Società Civile ˗ dei Paesi euro-mediterranei e non ˗ che perseguano scopi similari e che siano interessati a concorrere alla realizzazione di progetti globali capaci di rafforzare il partenariato euro mediterraneo.

Assumere ogni iniziativa per assicurare punti di riferimento e di promozione delle attività intese a collegare l’Italia e la Calabria con i Paesi euro- mediterranei.

Sviluppare il turismo sostenibile, culturale ed ambientale nelle forme attualmente ideate dalle società archeologiche e altri centri specializzati di storia della cultura e dell’ambiente.

Essere un vettore di coesione e complementarità per giungere ad una gestione comune dello spazio euro-mediterraneo, anche attraverso le politiche euro-mediterranee dell’Unione europea (il Processo di Barcellona, le Politiche di Vicinato, l’Unione per il Mediterraneo, le relazioni UE – Lega degli Stati Arabi, ecc.) e dell’Onu (Alleanza delle Civilizzazioni).

Facilitare la partecipazione di attori delle Istituzioni e della Società Civile in reti, piattaforme, forum ed altri spazi di dialogo esistenti ed in corso di formazione, incoraggiando connessioni e partenariati al fine di evitare duplicazioni e conseguenti sprechi di risorse.

Sviluppare il dialogo tra le società e le culture quale mezzo per affermare i diritti fondamentali (libertà civili e politiche; diritti economici, sociali e culturali; eguaglianza tra i generi), la democrazia e la giustizia, perseguendo valori di rispetto reciproco e di valorizzazione delle differenze.

Essere uno strumento per ricercare soluzioni ai problemi irrisolti al fine di eliminare le minacce alla pace attraverso strategie di coesistenza pacifica.

La MedPol Platform si propone di promuovere, organizzare, gestire:

Concorsi per l’assegnazione di borse di studio e premi per ricerche, attività e studi attinenti i fini del network;

Attività di formazione, aggiornamento e riqualificazione con particolare attenzione a giovani disoccupati e/o occupati già inseriti;

Attività di formazione indirizzata a studenti di ogni ordine e grado;

Attività di formazione mirate al perseguimento degli scopi della Piattaforma: in particolare per la formazione di operatori tecnici, scientifici e culturali della Società Civile euro-mediterranea;

Attività editoriali, informatiche, multimediali e audiovisive;

Attività in ogni ambito artistico-culturale-scientifico: musica, danza, cinema, letteratura, pittura, arti figurative, ecc.;

Iniziative per l’assegnazione di premi per la pace, la cultura, la scienza, l’arte, ecc.

Attività di cooperazione, intese come interscambi socio/economici/culturali;

Attività informative e di consulenza, atte a stabilire e mantenere i contatti anche attraverso iniziative di promozione artistico-culturale, musicale, mostre, attività sportive, stage formativi, nonché di attività economiche e finanziarie o comunque legati allo sviluppo del territorio di appartenenza, per conto proprio, dei propri soci e per terzi.

La MedPol Platform agisce su tre assi principali:

Area Conoscenza

Area Sviluppo

Area Cultura

 


I commenti sono chiusi